diastema dentale

Cos’è il diastema dentale

on giugno 9 | in estetica dentale | by | with No Comments

Cos’è il diastema dentale?

La “finestrella… espressione popolare per definire la parola diastema che , come molte altre parole, deriva dal greco antico ed il significato vuol dire “intervallo” o interruzione.diastema

In odontoiatria il diastema dentale è una fessura verticale tra due denti contigui e quello tra i due incisivi superiori è il più comune.

Si definisce congenito quando il soggetto presenta questa caratteristica fin da bambino.

Cosa favorisce il crearsi del diastema dentale?

Un’arcata superiore troppo ampia rispetto alle dimensioni dei denti, la presenza di un frenulo fibroso di dimensioni notevoli tra i due incisivi superiori, l’agenesia di elementi dentari (assenza congenita) sono le condizioni più comuni che favoriscono il crearsi di diastemi dentali.

A volte però, anche una deglutizione atipica nella quale sia presente una spinta linguale anomala può favorire la formazione di un diastema interincisivo che si forma nel tempo per lo spostamento in avanti dei denti dovuto alla spinta della lingua.

Un diastema di tipo secondario può essere dovuto anche a spostamenti dei denti a seguito di estrazioni non rimpiazzate da protesi o da mantenitori di spazio in tempi congrui.

Diastemi secondari sono anche quelli che si possono creare per la perdita di supporto osseo nella malattia parodontale avanzata (piorrea).

> Scopri come curare la Retrazione Gengivale

Un difetto estetico o una caratteristica?

Sul piano dell’armonia del sorriso e sul piano della percezione del bello di tipo oggettivo, il diastema rappresenta un’interruzione di quella linea estetica del sorriso detta “smile line” che l’interlocutore, nella visione percettiva, analizza inconsciamente in tempi brevissimi o frazioni di secondo “visual perception”.

Lo spazio nero risultante  nella visione di insieme del sorriso, rappresenta una nota stonata all’occhio dell’osservatore anche se il soggetto non ha alcun problema estetico o magari lo considera un pregio o una caratteristica che esalta la personalità.

In altri casi, quando  si nota in modo particolare, può essere vissuto dal soggetto come un vero disagio.

Molte persone, invece, considerano questa anomalia estetica come un valore aggiunto e come una particolarità positiva ed espressiva che esalta la personalità del soggetto.

Questa interpretazione dipende molto dalle componenti emotive del soggetto e dai condizionamenti sociali come le mode, le tendenze, la pubblicità, l’influenza  di personaggi famosi come ad esempio Madonna, Eddie Murphy, Anna Paquin, ecc…

Il diastema può dare problemi funzionali?

I problemi funzionali diretti riconducibili ai diastemi tra i due incisivi centrali sono legati alla dimensione delle fessure.

Tra le conseguenze funzionali che possono eventualmente appalesarsi ricordiamo gli spostamenti dei denti contigui che non trovando resistenza generano altri diastemi  oppure i difetti di pronuncia più o meno evidenti.

Trattamento dei diastemi

I trattamenti per risolvere il disagio estetico, se presente, è finalizzato all’eliminazione della fessura tra i denti, ma non è così semplice come sembra.

Per pianificare il trattamento è indispensabile rivolgersi ad un professionista dell’estetica odontoiatrica che In base alla complessità del caso valuterà se sia opportuno o meno  eseguire una valutazione interdisciplinare.

Una progettazione del sorriso attraverso una “smile-analysis” computerizzata e un’analisi completa del viso e della dentatura punta ad  ottenere un sorriso ideale “ideal-smile“.

Il nuovo concetto filosofico estetico tende a armonizzare i rapporti dimensionali e delle forme del volto del paziente con quelli dentali in accordo ai parametri estetici descritti dalla letteratura scientifica.

Il sistema di calcolo intelligente a volte ci controindica il trattamento ipotizzando che chiusura del diastema può generare degli altri inestetismi ancora più evidenti.

Tale studio preliminare permette di eseguire una ceratura diagnostica (simulazione in cera o resina) ed un mock-up (simulazione in resina o composito  per provare il risultato estetico sui denti del paziente).

Una volta visionata la simulazione fotografica digitale e valutato l’effetto visivo del cambiamento ipotizzato si programmano, assieme al paziente, gli interventi necessari.

Ortodonzia, faccette o corone dentali?

L’ortodonzia è tendenzialmente il trattamento d’elezione perché semplice e conservativo, ma non sempre è la soluzione migliore o addirittura scartata a priori dallo stesso paziente poiché tale tecnica prevede l’uso di  dispositivi ortodontici sebbene oggi possiamo offrire, oltre agli apparecchi fissi anche tecniche veramente avanzate come gli  allineatori trasparenti mobili “ortodonzia invisibile”.

Nel caso ci siano le indicazioni il professionista può ricorrere all’applicazione delle faccette in porcellana, sottili gusci di ceramica di alto valore estetico o di corone dentali estetiche metal free al fine di riproporzionare le forme dei denti nell’intento di armonizzarli in base alla nuova impostazione estetica ideale programmata.

Scopri le Faccette Dentali Estetiche

Nei casi in cui alla base gengivale del diastema (papilla) ci sia un frenulo ipertrofico soprattutto nei bambini è opportuno valutarne l’asportazione (frenulectomia) come intervento preliminare agli altri.

curare-diastema

Trattamento ortodontico per risolvere un diastema interincisivo (centro Medico Odontoiatrico dott. Aldo Amato)

Prevenzione dei diastemi

Il professionista medico/odontoiatra quando rileva uno sviluppo anomalo delle arcate dentarie o dell’eruzione dei denti (anche nella prima infanzia), potrà in molti casi prevenire il formarsi dei diastemi con trattamenti ortodontici intercettivi, con valutazioni sulla componente funzionale della deglutizione e quando sia indicato valutare l’opportunità di eseguire la rimozione del frenulo interincisivo ecc.

CHIEDI SUBITO INFORMAZIONI AI NOSTRI SPECIALISTI!

numero verde amato

Pin It

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

« »

Scroll to top